Le foglie morte di Jacques Prévert

Oh! Vorrei tanto che tu ricordassi i giorni felici quando eravamo amici. La vita era più bella. Il sole più bruciante. Le foglie morte cadono a mucchi… Vedi: non ho dimenticato. Le foglie morte cadono a mucchi come i ricordi e i rimpianti e il vento del nord le porta via nella fredda notte dell’oblio. […]

Read More
La canzone del carceriere di Jacques Prévert

Dove vai bel carceriere Con quella chiave macchiata di sangue Vado a liberare la mia amata Se sono ancora in tempo L’avevo chiusa dentro Teneramente crudelmente Nella cella del mio desiderio Nel più profondo del mio tormento Nelle menzogne dell’avvenire Nelle sciocchezze del giuramento Voglio liberarla Voglio che sia libera E anche di dimenticarmi E […]

Read More
Barbara di Jacques Prévert

Ricordati Barbara pioveva senza tregua quel giorno su Brest E tu camminavi sorridente raggiante rapita grondante sotto la pioggia ricordati Barbara pioveva senza tregua su Brest e t’ho incontrata in Rue de Siam tu sorridevi e sorridevo anch’io ricordati Barbara tu che io non conoscevo tu che non mi conoscevi ricordati, ricordati comunque di quel […]

Read More