Immagini di Walt Whitman

Ho conosciuto un veggente che trascurava gli oggetti e i colori del mondo, i campi dell’arte e del sapere, i sensi, la gioia, per spigolare idoli. Non mettere più nei tuoi canti, mi disse, l’enigma dell’ora o del giorno, non segmenti, non parti, metti prima del resto, luce per tutti e canto introduttivo, l’inno degli […]

Read More
O capitano! Mio capitano! di Walt Whitman

O capitano! Mio capitano! il nostro viaggio tremendo è finito, La nave ha superato ogni tempesta, l’ambito premio è vinto, Il porto è vicino, odo le campane, il popolo è esultante, Gli occhi seguono la solida chiglia, l’audace e altero vascello; Ma o cuore! cuore! cuore! O rosse gocce sanguinanti sul ponte Dove è disteso […]

Read More
Vivere con gli animali di Walt Whitman

Credo che potrei andarmene a vivere con gli animali, così placidi sono e dignitosi. lo mi soffermo e li guardo a lungo e ancora li guardo. Non sudano né – lamentano la loro condizione, non giacciono svegli nell’ombra a piangere i loro peccati, non mi fanno venire la nausea discutendo dei Ioro doveri, nessuno è […]

Read More
Dei di Walt Whitman

Divino amante e perfetto Camerata, tu che attendi contento, ancora invisibile, ma certo, sii tu il mio Dio. Tu, tu, l’Uomo Ideale, leale, abile, bello, soddisfatto e amoroso, il corpo integro, lo spirito effuso, sii tu il mio Dio. Morte (poichè la Vita ha compiuto il suo turno), tu che apri la porta e introduci […]

Read More
Canto il sé di Walt Whitman

Canto il sé, la semplice singola persona, ma aggiungo anche la parola Democratico, la parola in – Massa. La fisiologia da capo a piedi, canto. Né la fisionomia né il cervello sono degni da soli della Musa, la Forma completa è di gran lunga più degna. Canto imparzialmente la Femmina insieme col Maschio. La vita […]

Read More
L’autunno di Walt Whitman

Ecco è l’autunno. D’un verde piu cupo, piu gialli e piu rossi, gli alberi rendono freschi e dolci i villaggi dell’Ohio, con le foglie che tremolano a un mite vento, le mele pendono mature nei frutteti, pendono i grappoli dai pergolati (avverti l’aroma dei grappoli sui tralci? Senti l’odore del grano saraceno, dove testé ronzavano, […]

Read More
A uno sconosciuto di Walt Whitman

Sconosciuto che passi! Tu non sai con che desiderio ti guardo, Devi essere colui che cercavo, o colei che cercavo (mi arriva come un sogno), Sicuramente ho vissuto con te in qualche luogo una vita di gioia, Tutto ritorna, fluido, affettuoso, casto, maturo, mentre passiamo veloci uno vicino all’altro, Sei cresciuto con me, con me […]

Read More