Dove la luce di Giuseppe Ungaretti

Come allodola ondosa nel vento lieto sui giovani prati, le braccia ti sanno leggera, vieni. Ci scorderemo di quaggiù, e del mare e del cielo, e del mio sangue rapido alla guerra, di passi d’ombre memori entro rossori di mattine nuove. Dove non muove foglia più la luce, sogni e crucci passati ad altre rive, […]

Read More
L’onestà de mi nonna  di Trilussa

Quanno che nonna mia pijò marito nun fece mica come tante e tante che doppo un po’ se troveno l’amante… Lei, in cinquant’anni, nu’ l’ha mai tradito! Dice che un giorno un vecchio impreciuttito che je voleva fa’ lo spasimante je disse: V’arigalo ‘sto brillante se venite a pijavvelo in un sito. – Un’antra, ar […]

Read More
Amore a prima vista di Wislawa Szymborska

Sono entrambi convinti che un sentimento improvviso li unì. E’ bella una tale certezza ma l’incertezza è più bella. Non conoscendosi prima, credono che non sia mai successo nulla fra loro. Ma che ne pensano le strade, le scale, i corridoi dove da tempo potevano incrociarsi? Vorrei chiedere loro se non ricordano – una volta […]

Read More
Donna di Umberto Saba

Quand’eri giovinetta pungevi come una mora di macchia. Anche il piede t’era un’arma, o selvaggia. Eri difficile a prendere. Ancora giovane, ancora sei bella. I segni degli anni, quelli del dolore, legano l’anime nostre, una ne fanno. E dietro i capelli nerissimi che avvolgo alle mie dita, più non temo il piccolo bianco puntuto orecchio […]

Read More
Lacrima di Arthur Rimbaud

Lontano da uccelli, da greggi, da paesane, io bevevo, rannicchiato in una brughiera, cinta da una selva di noccioli leggera, in verdi e tiepide foschie meridiane. Che potevo bere in quella giovane Oïsa, muti olmi, cielo coperto, erba senza fiori. Che spillavo alla mia fiasca di colocasia? Un liquore d’oro, insulso, che dà sudori. Cattiva […]

Read More
Auschwitz di Salvatore Quasimodo

Laggiù, ad Auschwitz, lontano dalla Vistola, amore, lungo la pianura nordica, in un campo di morte: fredda, funebre, la pioggia sulla ruggine dei pali e i grovigli di ferro dei recinti: e non albero o uccelli nell’aria grigia o su dal nostro pensiero, ma inerzia e dolore che la memoria lascia al suo silenzio senza […]

Read More