Sonetto XI di Pietro Bembo

Ove romita e stanca si sedea quella, in cui sparse ogni suo don natura, guidommi Amor, e fu ben mia ventura, che più felice farmi non potea. Raccolta in sé, co’ suoi pensier parea ch’ella parlasse; ond’io, che tema e cura non ho mai d’altro, a guisa d’uom che fura, di paura e di speme […]

Read More
Sonetto V di Pietro Bembo

Crin d’oro crespo e d’ambra tersa e pura, ch’a l’aura su la neve ondeggi e vole, occhi soavi e più chiari che ‘l sole, da far giorno seren la notte oscura, riso, ch’acqueta ogni aspra pena e dura, rubini e perle, ond’escono parole sì dolci, ch’altro ben l’alma non vòle, man d’avorio, che i cor […]

Read More
Sonetto CLI  di Pietro Bembo

Quando, forse per dar loco a le stelle, il sol si parte, e ‘l nostro cielo imbruna spargendosi di lor, ch’ad una ad una, a diece, a cento escon fuor chiare e belle, i’ penso e parlo meco: in qual di quelle ora splende colei, cui par alcuna non fu mai sotto ‘l cerchio de […]

Read More